05 APR – SIAMO TUTTI LA STESSA PERSONA

Tomaso, durante i lunghi anni di prigionia, aveva solo un modo per comunicare con l’esterno: scrivere lettere.
Centinaia di lettere in cui raccontava la propria quotidianità e osservava – lontano migliaia di chilometri – la quotidianità dei suoi amici e parenti, che proprio attraverso la scrittura non l’hanno mai lasciato solo.

Queste lettere, quindi, non potevano che essere un punto centrale del film e la loro lettura da parte di coloro a cui erano intestate è una delle chiavi narrative che il regista, Adriano Sforzi, ha deciso di utilizzare.

Ecco quindi in anteprima un estratto dai materiali filmici che comporranno “Più libero di prima”, la cui struttura è ormai definitiva e a cui il montatore sta apportando gli ultimi ritocchi prima di entrare in fase di post-produzione.

Buona visione!